Cannabidiolo (CBD), un'introduzione

Il biochimico israeliano Raphael Mechoulam, che è riuscito a determinare il CBD per la prima voltaI cannabinoidi sono composti naturali che si trovano nelle piante di cannabis. Nel secolo scorso, i ricercatori hanno identificato e isolato più di cento cannabinoidi distinti. Uno dei più notevoli è chiamato cannabidiolo (CBD).

Dopo la sua scoperta iniziale nel 1940, gli scienziati sono stati finalmente in grado di determinare la struttura e la stereochimica del CBD nel 1963. La maggior parte degli studi contemporanei sul CBD si concentra sulle sue possibili applicazioni medicinali e sull'uso terapeutico. La ricerca clinica sul CBD include studi relativi all'ansia, alla cognizione, ai disturbi del movimento e al dolore. Tuttavia, non ci sono ancora prove sufficienti per concludere che il cannabidiolo sia efficace per queste condizioni. Oltre a questi studi, cresce anche il numero di progetti di ricerca e pubblicazioni scientifiche sul CBD e altri cannabinoidi negli animali domestici.

Nel frattempo, le persone in tutto il mondo stanno scoprendo in prima persona i benefici del CBD. Il New York Times ha citato James MacKillop, co-direttore del Michael G. DeGroote Center for Medicinal Cannabis Research della McMaster University di Hamilton, Ontario, che ha affermato: "È promettente in molte strade terapeutiche diverse perché è relativamente sicuro". Con l'Agenzia mondiale antidoping che ha rimosso il CBD dall'elenco delle sostanze vietate, il cannabidiolo è ora utilizzato anche da atleti professionisti e dilettanti in tutte le discipline e paesi.

Il CBD viene solitamente assunto sotto la lingua perché il cannabidiolo viene facilmente assorbito nel flusso sanguigno attraverso la membrana sublinguale. L'olio di CBD è fatto per facilitare al meglio questo processo. Tenere le gocce di olio di CBD sotto la lingua per almeno 60 secondi prima di deglutire gli consente di bypassare la digestione e di essere rapidamente assorbito direttamente nel flusso sanguigno.

Il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) è il principale composto psicoattivo presente nella cannabis ed è responsabile della sensazione di "sballo" quando viene consumato. Il CBD, tuttavia, non ha nessuna di queste proprietà psicoattive (sebbene possa modificare gli effetti del THC sull'organismo se entrambi sono presenti). Poiché non a tutti piace il gusto del classico olio di cbd, sono state introdotte alternative più appetibili. Questi includono spray aromatizzati, pastiglie, compresse masticabili, gomme da masticare e altri edibili come bevande, caramelle gommose e cioccolato.

Nel dicembre 2020, la Commissione Europea ha concluso che il CBD non deve essere considerato un farmaco e può essere qualificato come alimen

(Immagine: il biochimico israeliano Raphael Mechoulam, che è riuscito a determinare il CBD per la prima volta)

Carrello

Nessun articolo nel carrello.
CBD Sativa
Secure SSL
© 2017 - 2022 CBD Sativa | sitemap | rss

Per entrare in questo negozio è necessario avere più di 18 anni.